immagine Leggerezza

Leggerezza

Tra pagina sessantotto e pagina sessantanove ritrovo lo scontrino: con il trentatré percento di sconto ho comprato per solo sei euro e settantacinque le Lezioni Americane.
L’ho comprato, caro Calvino, perché sto imparando a scrivere e mi sembra la cosa più naturale del mondo venire da te a chiedere un aiuto.
Leggerezza, questo mi stai insegnando in queste prime ore di lezione: togliere peso al racconto.
“Il faut etre léger comme l’oiseau, et non comme la plume.” diceva Paul Valery e per me e’ più che sufficiente per fare immensi passi avanti. Anche adesso, dopo tanti anni, mi ritrovo a dirti grazie.
Bevo il mio cappuccino e rifletto sul fatto che mi hai già regalato la compagnia di un Cavaliere inesistente e mi hai accompagnato fino al Castello dei destini incrociati. Ci siamo arrampicati assieme al Barone sugli alberi per scappare dalla metà malvagia del Visconte ed in tutti questi viaggi ho imparato un pezzo di vita, come da un fratello maggiore. Palomar e Marcovaldo li ho incontrati in un’altra vita, ci devo tornare su, perché li ho letti solo con gli occhi, che sono una piuma e non un uccello.
Mi alzo per andare al lavoro ed incontro un piccione morente accovacciato a ridosso di un muro. Aspetta un gatto affamato per smettere di soffrire. Nei miei occhi la compassione, nei suoi un ultimo pensiero per Paul Valery.

Annunci

4 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...