#vieniviaconme

LaChimicaDelleLettere

#vieniviaconme

Il tablet è nuovo di zecca, leggero come l’aria, e sottile come la lama di una sciabola. Arma impropria contro i curiosi passeggeri di questo jet in volo da Parigi a Milano.
Lo schermo ha colori così luminosi che li attira come una lanterna notturna con le falene, solo che il bon ton li frena, le regole li impastano ai loro sedili ed impediscono di toccare, di fare domande.
Rigorosamente in “modalità aereo” leggo le mail ancora inevase e rispondo in bozza alle più urgenti, elimino con non poca soddisfazione tutte quelle reputate inutili.
Tra un tocco e l’altro al mio gioiello elettronico, sbircio i miei vicini di posto ed ogni volta li colgo nell’atto del dissimulare. Muoiono dalla voglia di vedere da vicino il mio giocattolo, ma si vergognano di chiedere. Fossero bambini non avrebbero questo problema: verrebbero qui da me e mi chiederebbero di farglielo vedere, magari di farceli giocare…

View original post 434 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...